La dispareunia è il dolore che la donna avverte durante una normale attività sessuale, questo dolore può essere localizzato a livello vaginale, all’introito della vagina o a livello pelvico (cioè avvertito come dolore profondo nella parte bassa dell’addome).

Può essere un problema episodico (può capitare nell’arco della vita in maniera occasionale), oppure può essere un problema persistente (cronico) che può seriamente compromettere la vita sessuale e di coppia della paziente.

La forma cronica colpisce il 4% delle donne in età fertile. Le forme occasionali il 40%.

In base alla localizzazione del dolore possiamo distinguere la dispareunia superficiale o profonda.

 

Cause

Le cause possono essere di tipo psicogeno o di tipo fisico (quali cicatrici conseguenti ad episiotomie, traumi, interventi chirurgici vaginali, patologie uterine o ovariche, patologie addomino pelviche, esiti di radiazioni ionizzanti o di chemioterapie, menopausa, endometriosi, vulvo vaginiti, bartoliniti, infezioni urinarie, malformazioni genitali ecc..)

In età giovanile spesso è associata ad anomalie dell’imene o della vagina e a causa psicologiche (traumi o semplicemente “paura” ed ansia che determina uno spasmo dei muscoli vaginale che rende meno elastica la vagina).

Ovviamente la scarsa lubrificazione vaginale e la riduzione del desiderio sessuale contribuiscono alla genesi e al peggioramento della sintomatologia dolorosa. A volte s’innesca un circolo vizioso in quanto la paziente ha paura di avere dolore e ne consegue assente lubrificazione vaginale e aumento della tensione muscolare pelvica e vaginale (spasmi muscolari), con peggioramento della sintomatologia dolorosa durante il rapporto sessuale fino ad arrivare al rifiuto di quest’ultimo.

Durante la menopausa la dispareunia è tipicamente legata ad una condizione di secchezza vaginale dovuta alla carenza degli estrogeni che hanno un’azione stimolante sulle ghiandole vaginale e cervicali. Il calo ormonale è responsabile inoltre di una riduzione del desiderio sessuale.

ll desiderio sessuale è importante per un’adeguata lubrificazione vaginale. In fatti durante la fase dell’eccitazione, in seguito ad una serie di meccanismi biochimici, avviene una stimolazione delle ghiandole cervicali e vaginali che portano alla secrezione di un liquido untuoso che permette di lubrificare bene le pareti vaginali in modo che non ci sia “attrito” durante la penetrazione.

Tra le cause anatomiche menzioniamo la possibile sproporzione tra vagina e pene, legata a fattori costituzionali della paziente o del partner.

 

Sintomi

Il dolore è il sintomo principale. Può essere come già descritto di tipo profondo o vaginale.

La localizzazione del dolore dipende dalla causa: ad esempio in caso di cisti ovariche o di voluminosi fibromi il dolore sarà profondo, nel caso di secchezza vaginale o di atrofia postmenopausale il dolore sarà superficiale o all’introito della vagina.

Quando la dispareunia è legata a vulvo vaginite, si possono associare altri sintomi quali leucorrea, cattivo odore, prurito e bruciore vulvo vaginale. Infatti se coesiste una patologia di base, al dolore durante i rapporti sessuali si affiancheranno i sintomi tipici della condizione morbosa sottostante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment